caraffa filtrante

ho visto a casa di una cara amica la caraffa filttrante e quando l’ho provata non sentivo il gusto di cloro, ma prima di comprarla voglio vederci chiaro.

Chi meglio di altro consumo puo’ indicarmi la strada giusta?
ecco l’articolo
http://www.altroconsumo.it/acqua/i-filtri-s107212.htm                                                       
Le caraffe filtranti possono migliorare la qualità dell’acqua?

La qualità dell’acqua di rubinetto è generalmente buona,……    e l’utilizzo non dovesse essere così accorto, i rischi potrebbero anche aumentare (soprattutto la proliferazione batterica). Se avete in casa la caraffa e la usate – come suggeriscono le istruzioni – conservate l’acqua in frigorifero e consumatela entro la giornata.


ecco un altro articolo
…   l’utilizzo della brocca per filtrare l’acqua del rubinetto è praticamente inutile 
…Le brocche tengono a bada i solventi, ma il ristagno dell’acqua nella caraffa causa un generale peggioramento della qualità microbiologica
Non bevete i luoghi comuni
L’acqua che arriva nelle nostre case è potabile e può esser bevuta da tutta la famiglia, bambini compresi. Uno dei motivi per cui la maggior parte delle persone snobba l’acqua del rubinetto è la sua durezza, ovvero il contenuto di calcio e magnesio misurato in gradi francesi (°F). Tuttavia è sbagliato pensare che un’acqua meno dura (più dolce) faccia meglio alla salute: l’acqua è più povera di sali minerali importanti per l’organismo.

aspic di prosciutto

 

Citazione

Discussione su aspic di prosciutto
Ingredienti per 4 persone:

aspic di prosciutto

Ingredienti per 4 persone:
dieci fogli di colla di pesce,
3 deilitri di vino bianco 
sale, pepe,
una presa di spezie miste,
 il succo di un limone,
600 g di prosciutto cotto tagliato a fette,

un ciuffo di prezzemolo.

Mettete a bagno in un recipiente i fogli di colla di pesce e lasciateli ammorbidire. Ponete sul fuoco una casseruola con il vino e mezzo litro di acqua, portate il liquido ad ebollizione e poi unitevi i fogli di colla di pesce ben strizzati. Continuate a mescolare finchè si saranno sciolti del tutto, salate e pepate il composto, insaporitelo con le spezie e toglietelo dal fuoco incorporandovi poi il succo di limone. Quando vedrete che la gelatina comincia a rapprendersi, versatene una parte sul fondo di uno stampo rettangolare, formando uno strato alto un dito. Mettete lo stampo nel freezer per far solidificare rapidamente la gelatina. Riprendete il recipiente, adagiate sopra la gelatina ormai solida uno strato di fette di prosciutto, cospargetele di prezzemolo tritato e irroratele con altra gelatina; mettete altro prosciutto, poi ancora prezzemolo e gelatina, continuando così fino all’esaurimento degli ingredienti. Terminate con la gelatina. Tenete lo stampo in frigo per almeno 2 ore, per dar modo alla gelatina di solidificarsi bene. Quindi rovesciatelo su un piatto di servizio e, al momento di servire, tagliate l’aspic a fette.

TORNA ALLA HOMEPAGE

http://helgamauro.spaces.live.com/

ricette per la fonduta.

fonduta di cioccolato

ecco la prossima ricetta che farò:
FONDUTA AL CIOCCOLATO

INGREDIENTI PER 6/8 PORZIONI

– 400 g di cioccolato fondente
– 250 g di panna fresca
– 50 g di zucchero
– 2 bicchierini di liquore (Cointreau,Rum)
– 1 cucchiaino di caffè solubile
– essenza di menta (facoltativa)
– frutta secca,fresca,sciroppata,biscotti secchi

Spezzettare il cioccolato in una casseruola per la fonduta
unitevi la panna e lo zucchero e fatelo sciogliere bagnomaria a fuoco basso.
Per aromatizzare la crema unite anche un liquore a piacere.
Preparare dei vassoi con i biscotti secchi.
Pulire la frutta fresca,tagliatela o suddividetela in piccoli pezzi o spicchi,così da poterli infilzare sulle apposite forchettone da fonduta.
Quando il cioccolato sarà sciolto,mescolate con cura e trasferite la casseruolina con il bagnomaria sul fornelletto da fonduta che sistemerete al centro del tavolo contornato da tutti i vassoi.
Tenere la fiamma bassissima per evitare che si formino grumi sul fondo del cioccolato.
Meglio ancora,spegnere e riaccendere per pochi minuti ogni tanto.

ecco dove ho trovato la ricetta

trota salmonata

Ingredienti per 4 persone
500 gr filetti di trota salmonata
pangrattato
parmigiano
aglio
rosmarino
prezzemolo e salvia
olio extravergine oliva
limone
sale

Preparazione
Preparare un trito di erbe aromatiche ed unirvi il pangrattato e il parmigiano, un filo d’olio qb perchè il composto si "sgrani".
Disporre i filetti di trota in una pirofila, salare e spruzzare con succo di limone, coprire con il composto preparato, un filo d’olio e passare in forno a 180 gradi per circa un quarto d’ora.

timballo di patate

Ingradienti:

  • 1,5 Kg di patate
  • 2 uova
  • latte q.b.
  • burro
  • 1 mozzarella
  • 1 h di prosciutto cotto a fette
  • 50 g di parmigiano
  • pangrattato

Procedimento: Lessare le patate, passarle nello schiacciapatate e farle intiepidire. Metterle in una ciotola e poi aggiungere latte(freddo), burro, uova, parmigiano grattugiato ed amalgamare bene; aggiungere il latte poco a poco dando il tempo alle patate di assorbirlo, l’impasto dovrà risultare molto morbido. Sminuzzare il prosciutto, tagliare a cubetti la mozzarella ben scolata(meglio se la si è fatta asciugare un po’ fuori dalla sua acqua, tenendola comunque in frigorifero). Imburrare una teglia, metterci metà dell’impasto di patate, versare prosciutto e mozzarella, ricoprire col restante impasto. Spargerci sopra del pangrattato e dei fiocchetti di burro e porre in forno a 180 gradi per circa mezz’ora o comunque finchè la superficie non diventa dorata.